Il mio Cammino per Santiago di Compostela, Finisterre e Muxia in 26 tappe

Cammino di Santiago – Tappa 1 – da St. Jean Pied de Port a Roncisvalle – 23 luglio 2010

Arrivo alla stazione di Saint Jean Pied de Port alle 9:30 del mattino. Già sul treno locale ho conosciuto un paio di pellegrini italiani (di Varese), una coppia sui 60 anni che avevano fatto il cammino di Gerusalemme l’anno prima, ma era il loro primo cammino di Santiago. Per motivi di tempo tuttavia non riuscivano a fare il cammino di Santiago dall’inizio alla fine.

All’uscita dalla stazione abbiamo conosciuto altri pellegrini tra cui una paio di sud coreani e un americano. Abbiamo chiesto ai passanti dove fosse l’inizio del cammino e dopo alcuni tentativi siamo riusciti ad arrivare al centro di accoglienza “Les Amis du Chemin de Saint-Jacques des Pyrénées Atlatiques” dove ci hanno fornito preziosi consigli in inglese e una mappa che mi sono portato dietro fino alla fine e che ancora conservo con le tappe consigliate. Inoltre ci hanno rilasciato la CREDENZIALE, documento fondamentale per il pellegrino che da diritto ad usufruire degli alberghi del pellegrino e dei menù oltre alla importantissima Compostela all’arrivo a Santiago.

Il tempo non era dei migliori con pioggia e nebbia che andavano e venivano, come si vede dalle foto, ma ha contribuito a mantenere la temperatura fresca, valore che apprezzerò nelle giornate successive.

Uscito dal centro di accoglienza del pellegrino ho acquistato un panino bello grande e sono partito con i due italiani conosciuti sul treno. Il cammino è quindi iniziato verso le 10:20 con l’attraversamento della porta del pellegrino.  La tappa da St. Jean Pied de Port a Roncisvalle è considerata come una delle tappe più dure. In effetti è impegnativa perché si sale da circa 250 metri a 1400 metri per poi scendere a circa 900 metri; il tutto percorrendo circa 27 chilometri. Si parte dalla Francia e si arriva in Spagna attraverso i Pirenei.

Il paesaggio è veramente molto bello con molto verde e animali liberi al pascolo: cavalli, pecore, cani e strani uccelli che volteggiano numerosi in aria. Sensazione strana quella di passare in mezzo agli animali liberi mentre si cammina.

Questa prima tappa del cammino è iniziata con i due pellegrini conosciuti sul treno, ma durante il tragitto abbiamo incontrato e parlato con due sud coreani molto simpatici (non erano partiti insieme dalla Corea del Sud ma si erano incontrati il giorno stesso), con un americano che poi ci ha accompagnato fino a Roncisvalle, un napoletano, una inglese, una belga e una francese oltre a molti altri visti sul tragitto, ma solamente salutati.

C’è grande entusiasmo e anche se la tappa è dura, la gioia dell’inizio ci fa andare avanti con piacere.

Dopo un piccola tappa a Huntto dove ho preso un po’ di frutta, siamo andati avanti fino in cima ai Pirenei dove abbiamo fatto il secondo timbro alla credenziale (il primo era stato fatto alla partenza).

Il tempo a intermittenza tra pioggia e sereno costringeva a togliere e rimettere la copertura dello zaino e il k-way.

Nella fase di discesa, forse più dura di quella di salita, abbiamo fatto una deviazione per vedere la tomba di Rolando.

Siamo arrivati a Roncisvalle circa alle 17 e siamo entrati nel primo albergue del pellegrino con circa un centinaio di letti a castello. Dopo doccia, cambio e lavaggio vestiti ho finalmente provato il primo menù del pellegrino dove ho mangiato a circa 8 euro pasta con salsiccia, tortiglia con insalata, dolce e acqua insieme a Noah (l’americano), a quattro spagnoli in bicicletta e a due ragazze slovene. I due italiani con cui avevo camminato durante la giornata si erano incontrati con un gruppo di loro conoscenza che era partito presto la mattina perché era arrivato il giorno prima e avevano prenotato la cena in un orario diverso.

Finiamo giusto in tempo per la messa del Pellegrino delle 20 dove avviene la benedizione di tutti i pellegrini letta in molte lingue tra cui anche l’italiano e l’avvicinamento di tutti i pellegrini all’altare.

Alle 22 si spengono le luci e non resta che andare a dormire per essere pronti per il secondo giorno di cammino.

Caratteristiche del percorso

Distanza
26,2 km
Dislivello positivo
1482 m
Dislivello negativo
671 m
Quota minima
137 m
Quota massima
1415 m
Tempo totale
7h 27’56”
Tempo in movimento
6h 12’27”
Tempo in sosta
1h 15’29”
Ora di partenza
9.31
Ora di arrivo
16.59

Altimetria

Altimetria da St. Jean Pied de Port a Roncisvalle

Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *